AGRITURISMO 25
AGRITURISMO 25

INFO:

Indirizzo

AGRITURISMO 25
Via del Campo 1
42039 Ligonchio (RE) - Italy



Telefono - Fax

0522 899302

T. Mobile

335 6128190

 

E-mail

emiliapaoli@libero.it

 

Master Card Visa Tutte le carte di credito
MasterCard, Visa, Credit Card

"Ligonchio città dei bambini"

AGRITURISMO 25 aderisce ad un progetto dedicato all'accoglienza delle famiglie e dei bambini realizzato dall' Atelier "Di Onda in Onda" presso la Centrale di Ligonchio.

IL "TUO" AGRITURISMO 25

Territorio & Ambiente

L’Alto Appennino Reggiano mostra ambienti naturalistici che variano fra loro a seconda delle altitudini e delle componenti geologiche del territorio. Dalle rocce dei 2000 mt del crinale e dalle conche di erosione glaciale, l’appennino si snoda in una serie di dorsali ed aspre valli rigate da fresche ruscelli e, ricoperte prima da cerri, faggi poi da castagni, interrotti di tanto in tanto da rimboschimenti di conifere che offrono in complessivo un’insolita gamma di paesaggi e scorci visivi di inaudita bellezza.

Questa realtà è un complesso di paesaggi naturali e paesaggi trasformati dall’uomo, dove i segni della civiltà contemporanea, sia in modo contraddittorio che in gradevole armonia, mostrano una fusione tra presente e passato con un fondo di continuità e fedeltà alla propria storia.

Le cime dell’appennino si sgranano come un rosario di vette, irregolare e dentellato, dal Passo delle Radici all’imponente rilievo del Monte Prado, proseguendo verso Monte Cavalbianco, Monte Nuda, Monte Casarola fino all’ Alpe di Succiso e Passo del Lagastrello. Il Monte Cusna è lì, staccato dalla catena dalla struggente Valle del corso Ozola, ma ricongiunto di diritto ad essa dalla posizione di preminenza, essendo la cima più alta del reggiano.

Il “nostro” territorio è ricco di verde e di vegetazione ma, la vera ricchezza è la grande abbondanza di acque che, prendendo la forma di canali, ruscelli o torrenti e scendendo dai versanti, portano il loro enorme contributo ai principali fiumi dell’Appennino Reggiano: Secchia ed Enza; senza tralasciare i diversi laghi che si possono incontrare tra cui, il Lago Calamone, Il Lago di monte Acuto, i laghi cerretani ed il Laghetto della Bargetana, vero e proprio gioiello nella conca del M.Prado che, grazie alle sue particolarità e ricchezze di piante e fiori rientra come Zona A (protezione integrale) all’interno del Parco Nazionale.

Non mancano, infatti, per gli amanti della flora, le occasioni per incontri botanici di grande interesse, mentre per appassionati di animali, possono rilevarsi gradite sorprese come incontri con caprioli, cervi, mufloni, lepri, cinghiali, scoiattoli, volpi, e, se si è davvero fortunati, anche l’aquila ed il lupo.

Ovunque incontrerete sentieri che si snodano lungo mulattiere, carraie, strade bianche che potrete percorrere a piedi, a cavallo o in mountain-bike, restando affascinati da borghi rurali, corti e aie lastricate, fregi scolpiti su architravi che raccontano la storia dell’Appennino Reggiano, scoprirete questa splendida realtà esplorando piacevoli itinerari all’interno di uno scenario suggestivo ed originale, esso infatti vi incanterà per la sua purezza e la sua semplicità, offrendovi il luogo ideale per un soggiorno immerso nella natura incontaminata.

Funghi territoriali

Marzo 2014

 LA PRIMULA SELVATICA                                   

Il nome "primula" deriva dal latino "primus= primo" per indicare la precocità di fioritura che avviene subito dopo la scomparsa della neve quando nei prati comincia a nascere l'erba verde. Meno comune di un tempo per l’eccessiva raccolta, la primula fiorisce nei boschi, sotto le siepi e nei luoghi erbosi. Molto amata da naturalisti e poeti, la primula in epoca medievale era usata per preparare pozioni amorose.

LO SAPEVATE CHE…? Il 20 Marzo alle ore 17.57 inizia la primavera: in questo giorno la durata delle ore di luce equivale a quella delle ore di buio (equinozio). (Tratto da “Vita in Campagna”)